Indirizzo: Piazza Cardelli, 4 00186 - Roma     Telefono: 066840341     Fax: 066873720     Email: upi@messaggipec.it    

Ambiente: Accordo quadro per il risanamento del lago di Varese. L’impegno della Provincia di Varese

Ambiente e Territorio, News    19/04/2019

La Provincia di Varese e l’Università degli Studi di Brescia insieme per l’attivazione di un rapporto coordinato e programmato di collaborazione relativamente al tema generale del recupero trofico del lago di Varese.

Questo l’obiettivo dell’accordo siglato dall’ente, guidato dal Presidente Emanuele Antonelli e l’Ateneo bresciano.

Tra le attività previste, indagini conoscitive dello stato di fatto, conduzione di monitoraggi ambientali e programmazione di interventi di miglioramento della qualità delle acque, con l’obiettivo di individuare metodologie attive di prelievo delle acque ipolimniche e di analisi e controllo dell’apporto di nutrienti dal bacino idrografico drenato.

Il tema principale oggetto della collaborazione è l’individuazione degli interventi di adeguamento tecnologico e di implementazione da apportare all’impianto di prelievo ipolimnico presente sul lago di Varese così da permetterne la riattivazione.

La struttura, infatti, è stato messo in funzione nel periodo 2000-2003 e poi arrestato per problematiche principalmente legate alla propagazione di odori molesti in corrispondenza del punto di scarico delle acque emunte presso il fiume Bardello.

La collaborazione con l’Università di Brescia rientra nell’ambito dell’Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale per il Risanamento del Lago di Varese, siglato proprio questa settimana con il coordinemento della Regione Lombardia.

“Il Lago di Varese – sottolinea il Presidente Antonelli – costituisce uno dei principali elementi attrattori del territorio varesino e assolve, pertanto, la funzione di volano per lo sviluppo strategico del territorio dell’intera provincia con riferimento a svariati temi come cultura, turismo, sport, economia e natura.  La sottoscrizione dell’Accordo Quadro rappresenta quindi un passo importante lungo il percorso per il miglioramento della qualità delle acque del nostro lago avviato dalla Provincia alla fine degli anni Novanta con la costruzione del impianto di prelievo ipolimnico (1999), e rafforzato poi nel 2004 con l’istituzione dell’Osservatorio del lago di Varese coordinato dalla Provincia stessa. L’Osservatorio è costituito da Provincia, Regione, comuni rivieraschi, ARPA, ATO, ATS Insubria, Università Insubria, Associazioni ambientaliste, ecc.

“La Provincia – conclude Antonelli – continuerà ovviamente a garantire il proprio impegno sui temi del lago sfruttando la multidisciplinarietà delle competenze in capo ai diversi Uffici”.

 

 

 

 

 



Redattore: Raedazione UPI - Fonte Provincia Varese
Torna all'inizio dei contenuti