Indirizzo: Piazza Cardelli, 4 00186 - Roma     Telefono: 066840341     Fax: 066873720     Email: upi@messaggipec.it    

Conferenza Unificata 3 novembre  ore 14.45

Il report della riunione della Conferenza Unificata del 3 novembre 2021, ordine del giorno, pareri rilasciati e documenti consegnati al tavolo di concertazione. Per UPI era presente Antonio Pompeo, Presidente Provincia di Frosinone e Presidente UPI Lazio

Conferenza Unificata    4/11/2021

Conferenza Unificata

3 novembre  ore 14.45

videoconferenza

 

Provvedimento Sintesi del provvedimento Posizione politica
1 Parere, ai sensi dell’articolo 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sul disegno di legge di conversione in legge del decreto-legge 8 ottobre 2021 n. 139, recante “Disposizioni urgenti per l’accesso alle attività culturali, sportive e ricreative, nonché per l’organizzazione di pubbliche amministrazioni e in materia di protezione dei dati personali” (A.S. 2409) (PRESIDENZA CONSIGLIO DEI MINISTRI – DAGL)
Codice sito 4.6/2021/83 – Servizio riforme istituzionali, finanza pubblica e rapporti istituzionali
Il provvedimento è in corso di esame presso la commissione affari costituzionali del Senato.

Contiene disposizioni che consentono nelle zone bianche la apertura di sale teatrali, cinema, discoteche al 100%, nelle gialle al 50%.

I Musei riaprono in zona bianca e gialla senza distanziamento.

Per quanto riguarda il green pass sul luogo di lavoro, i lavoratori sono tenuti a dare comunicazioni relative al possesso o alla mancanza di certificato con preavviso idoneo al datore di lavoro.

Si incrementa il Fondo Nazionale per le politiche e i servizi dell’Asilo e si introducono disposizioni che ampliano la base giuridica del trattamento dei dati personali, in particolare viene consentito il trattamento per esecuzione di compiti di interesse pubblico o connessi all’esercizio di pubblici poteri

Parere favorevole
2 Parere, ai sensi dell’articolo 1, comma 5, del D.P.R. 14 maggio 2007, n. 103, sulla bozza del 5° Piano nazionale di azione di interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva. (PRESIDENZA CONSIGLIO DEI MINISTRI – PARI OPPORTUNITA’ E FAMIGLIA – LAVORO E POLITICHE SOCIALI)
Codice sito 4.3/2021/17 – Servizio sanità, lavoro e politiche sociali
Il Piano è frutto del lavoro dell’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza che lo ha approvato in data 21 maggio 2021, con allegati il parere del Garante per l’infanzia e l’adolescenza e l’approvazione della Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza..

Il Piano è uno strumento programmatico e di indirizzo che individua gli interventi prioritari a favore dei soggetti in età evolutiva in attuazione della Convenzione sui diritti del fanciullo, fatta a New York il 20 novembre 1989 e resa esecutiva con legge 27 maggio 1991, n. 176.

 

Parere favorevole
3 Parere, ai sensi dell’articolo 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sul “Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne” 2021-2023. (PRESIDENZA CONSIGLIO DEI MINISTRI – PARI OPPORTUNITA’ E FAMIGLIA) Il provvedimento ha la finalità di adottare il Piano per gli anni 2021-2023, in continuità con il Piano 2017-2020, e prevede un’articolazione per assi secondo le linee indicate dalla Convenzione di Istambul, ciascuno dei quali presenta più priorità che si concretizzano in specifiche aree di intervento di interesse nazionale e regionale. Parere favorevole
4 Informativa in merito al DPCM 18 giugno 2021 recante il riparto delle risorse, nonché le modalità di utilizzo delle risorse previste dal cap. 907 per finanziare interventi volti alla messa in sicurezza del Paese in relazione al rischio idrogeologico. (PRESIDENZA CONSIGLIO DEI MINISTRI – CASA ITALIA)
Codice sito 4.15/2021/9 – Servizio riforme istituzionali, finanza pubblica e rapporti internazionali
Il DPCM 18 giugno 2021 definisce il riparto e le modalità di utilizzo delle risorse assegnate al Dipartimento CASA Italia della Presidenza del Consiglio. Si tratta di 220.228.324,00 euro a valere sul Fondo comma 140 legge 205/2017 (Fondo investimenti) da destinare a interventi volti alla messa in sicurezza del Paese in relazione al rischio idrogeologico.

In considerazione elle numerose richieste di chiarimenti il Dipartimento ha predisposto la nota in oggetto, “recante chiarimenti e indirizzi operativi per le Regioni e le province autonome”.

Presa d’atto informativa
5  Intesa, ai sensi dell’articolo 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sullo schema di decreto del Ministero delle infrastrutture e mobilità sostenibili di proroga dei termini e ampliamento dell’obbligo di adozione dei Piani Urbani della Mobilità Sostenibile di cui al D.M. 4 agosto 2017, n. 397 e s.m.i.  (INFRASTRUTTURE E MOBILITA’ SOSTENIBILI)
Codice sito 4.13/2021/44 – Servizio attività produttive, infrastrutture e innovazione tecnologica
Lo schema di decreto prevede la proroga al 4 agosto 2022 dei termini fissati con DM 397 del 2017, necessaria per evitare il definanziamento di interventi già oggetto di contribuzione per complessivi euro 1.125 milioni e per permettere il finanziamento di interventi inseriti nel PNRR per un importo complessivo pari a 821 milioni.

Si prevede inoltre l’estensione dell’obbligo di adozione dei PUMS per l’accesso ai finanziamenti statali sulla mobilità.

Si sancisce Intesa
6 Intesa, ai sensi dell’articolo 1, comma 140, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e della Sentenza della Corte Costituzionale 7 marzo 2018, n. 74, sullo schema di decreto del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili di assegnazione delle risorse del Fondo di cui all’art. 1, comma 95, della legge 30 dicembre 2018 n. 145, da destinare ad attività di manutenzione straordinaria dei sistemi di trasporto rapido di massa a impianti fissi. (INFRASTRUTTURE E MOBILITA’ SOSTENIBILI)
Codice sito 4.13/2021/49 – Servizio attività produttive, infrastrutture e innovazione tecnologica
Si tratta del riparto di parte del Fondo infrastrutture destinato al “Programma di manutenzione straordinaria e interventi per la prevenzione incendi nelle metropolitane” per un ammontare pari a euro 184.964.094 distribuiti in 15 annualità dal 2019 al 2033. Le aree cui vengono assegnate le risorse sono Milano, Torino, Genova, Firenze, Roma, Napoli, Catania, Padova che sono state invitate a presentare le istanze per l’accesso ai finanziamenti. Si sancisce Intesa
7 Parere, ai sensi dell’articolo 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sullo schema di decreto della Direzione generale per le politiche integrate di mobilità sostenibile, la logistica e l’intermodalità del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, previsto dall’articolo 3, commi 2 e 3, del decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero dell’economia e delle finanze n°. 71 del 09/02/2021, recante le modalità di erogazione delle risorse alle città metropolitane e ai comuni superiori ai 100.000 abitanti. (INFRASTRUTTURE E MOBILITA’ SOSTENIBILI)
Codice sito 4.13/2021/46 – Servizio attività produttive, infrastrutture e innovazione tecnologica
Il decreto interviene a disciplinare le modalità di utilizzo, ammissibilità delle spese, tipologie di veicoli acquistabili, istanze, rendicontazione ecc, dei fondi del Piano Strategico Nazionale Mobilità sostenibile, destinati a Città Metropolitane e  comuni superiori a 100 mila abitanti. Parere favorevole
8 Intesa, ai sensi dell’articolo 27, comma 2, del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, sullo schema di decreto del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, per la ripartizione, tra le regioni a statuto ordinario, delle risorse del Fondo nazionale per il concorso finanziario dello Stato agli oneri del trasporto pubblico locale per l’esercizio 2021. (INFRASTRUTTURE E MOBILITA’ SOSTENIBILI – ECONOMIA E FINANZE)
Codice sito 4.13/2021/52 – Servizio attività produttive, infrastrutture e innovazione tecnologica
Il decreto opera il riparto del fondo nazionale TPL 2021, disciplinando altresì le penalità e premialità degli obiettivi per l’anno coinvolto dalla epidemia.

Si tratta di 4,8 miliardi di euro per le Regioni

Si sancisce intesa

 

9 Intesa, ai sensi dell’articolo 1, comma 816, della legge 30 dicembre 2020, n. 178, sullo schema di decreto del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze relativo alla ripartizione delle risorse destinate ai servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale per l’esercizio 2021 a seguito dell’emergenza epidemiologica COVID-19. (INFRASTRUTTURE E MOBILITA’ SOSTENIBILI – ECONOMIA E FINANZE)
Codice sito 4.13/2021/53 – Servizio attività produttive, infrastrutture e innovazione tecnologica
Lo schema di decreto in esame provvede al riparto tra le regioni e le aziende esercenti i servizi di TPL regionale che residuano in capo alla competenza statale delle risorse destinate alla copertura dei servizi aggiuntivi di TPL nel 2021 per limitare il propagarsi dell’epidemia Covid 19. In particolare il DL 73/2021 ha stanziato ulteriori 450 mln di euro per il 2021. Gli oneri aggiuntivi risultano quasi integralmente coperti da stanziamenti già ripartiti e quindi le risorse in oggetto saranno destinate alla compensazione dei minori ricavi. Si sancisce Intesa
10 Intesa, ai sensi dell’articolo 29 del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41, convertito in legge 21 maggio 2021, n. 69, sullo schema di decreto del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, di riparto delle risorse per la compensazione dei minori ricavi tariffari registrati negli anni 2020 e 2021, a causa dell’emergenza Covid 19, dalle Aziende esercenti servizi di Trasporto Pubblico Locali.  (INFRASTRUTTURE E MOBILITA’ SOSTENIBILI – ECONOMIA E FINANZE)
Codice sito 4.13/2021/54 – Servizio attività produttive, infrastrutture e innovazione tecnologica
Lo schema di decreto in esame provvede al riparto tra le regioni e le aziende esercenti i servizi di TPL regionale che residuano in capo alla competenza statale delle risorse destinate saldo delle minori entrate nell’esercizio 2020 e delle risorse residue destinate all’anticipazione compensazione minori ricavi tariffari registrati dalle stesse nel 2021. Si sancisce Intesa
11 Intesa, ai sensi dell’articolo 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sullo schema di decreto del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili recante il riparto delle risorse afferenti alla misura M2C2 – 4.2 del PNRR – Trasporto rapido di massa. (INFRASTRUTTURE E MOBILITA’ SOSTENIBILI)
Codice sito 4.13/2021/51 – Servizio attività produttive, infrastrutture e innovazione tecnologica
La misura M2C2 – 4.2 del PNRR prevede una dotazione di 3.600 milioni di euro per lo sviluppo del trasporto rapido di massa per il periodo 2021-2026, importo destinato per 1.400 milioni di euro ad interventi già finanziati e per 2.200 milioni a nuovi interventi.

Con il provvedimento in oggetto si procede alla ripartizione delle risorse tra gli interventi di cui all’allegato 1 a decreto e all’assegnazione ai soggetti beneficiari indicati nel medesimo allegato. Nell’allegato 2 sono elencati gli interventi finanziati a legislazione vigente.

 

 

 

Torna all'inizio dei contenuti