Indirizzo: Piazza Cardelli, 4 00186 - Roma     Telefono: 066840341     Fax: 066873720     Email: upi@messaggipec.it    

Coronavirus, test seriologici anche sugli agenti delle polizie provinciali del Lazio

Il presidente di Upi Lazio, Antonio Pompeo, invia la richiesta in Regione

News, Organizzazione e Personale    20/04/2020

Una lettera al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, al suo vice Daniele Leodori e all’assessore regionale alla Sanità D’Amato. È quella inviata oggi dal presidente di Upi Lazio e presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo, per chiedere di effettuare i test sierologici sul coronavirus anche alle forze di polizia provinciali.

Il presidente Pompeo aveva già inoltrato, nei giorni scorsi, una comunicazione alle organizzazioni sindacali e al presidente di Anci Lazio, Riccardo Varone, dichiarando la sua piena disponibilità al confronto sulla proposta di sottoscrivere un accordo con la Regione per estendere le verifiche epidemiologiche anche sul personale della polizia provinciale. Al quale, dunque, chiede di aggiungere anche quello della polizia provinciale, attraverso un protocollo d’intesa specifico da sottoscrivere con Upi Lazio.

“In qualità di presidente della Provincia di Frosinone ma anche come presidente di Upi Lazio – sottolinea Pompeo – ho ritenuto assolutamente opportuno chiedere alla Regione di comprendere, nel novero delle forze dell’ordine da sottoporre ai tamponi per riscontrare la prezenza del Covid-19, anche le polizie provinciali, attraverso la sottoscrizione di un protocollo con Upi. In questa emergenza hanno affiancato sin da subito le altre forze dell’ordine e, sotto il coordinamento di Questura e Prefettura, avviato controlli capillari sul territorio. Con innegabile spirito di servizio e attaccamento alla divisa, le polizie provinciali non si sono risparmiate anche in situazioni molto difficili: cito il caso di Latina, con il Comune di Fondi decretato dal Governo zona rossa. Ma anche nelle verifiche quotidiane, sulle strade e negli esercizi commerciali, il loro supporto è stato fondamentale per garantire la sicurezza e il controllo sugli spostamenti. Un impegno – ha continuato Pompeo nella lettera inviata a Zingaretti, Leodori e D’Amato – che merita di essere valorizzato e legittimato, dunque, anche tramite l’inserimento della polizia provinciale nel programma di sorveglianza epidemiologica. Senza dimenticare – ha concluso il presidente di Upi Lazio – che il Governo ha già stanziato fondi specifici per le polizie provinciali, riconoscendo loro sacrificio e impegno nella difficile battaglia di contrasto alla diffusione del coronavirus”.



Redattore: Ufficio Stampa Provincia Frosinone
Torna all'inizio dei contenuti