Indirizzo: Piazza Cardelli, 4 00186 - Roma     Telefono: 066840341     Fax: 066873720     Email: upi@messaggipec.it    

Il Presidente della Provincia di Frosinone “Torniamo a proferire la parola Province”

Antonio Pompeo, Presidente di UPI Lazio

Istituzioni e Riforme, News    2/12/2019

Vogliamo essere l’anello che ricuce i territori al Governo centrale e io, personalmente, voglio essere anche un po’ provocatorio nel dire che dobbiamo tornare a proferire la parola ‘Provincia’, che è la storia delle nostre comunità e collettività”.

Lo ha detto il Presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo, Presidente di UPI Lazio, intervenendo ad un convegno a Milano.

“In questi giorni stiamo assistendo a cosa significhi avere, nei nostri paesi, punti di riferimento quando siamo di fronte alle emergenze. Quando parliamo di Province, parliamo di 7.400 edifici scolastici frequentati dai nostri figli, che dobbiamo efficientare, riqualificare e mettere in sicurezza; parliamo di 130.000 chilometri di strade che rappresentano l’80% di quelle nazionali. Dobbiamo avere il coraggio di rimettere in discussione la legge 56/2014.  Le Province – ha detto – non sono soltanto quelle che hanno funzioni in materia di strade, scuole e ambiente come vuole la legge Delrio. Sono il punto di riferimento per lo sviluppo economico del territorio, sono il punto di riferimento della sanità territoriale, sono il punto di riferimento delle crisi aziendali a cui purtroppo si assiste continuamente. Dobbiamo ricordare che 19 Stati europei hanno livelli provinciali sui quali investono e in misura molto maggiore, in termini di incidenza sulla spesa pubblica, rispetto all’Italia: dal 4 al 6% contro l’1% nel nostro Paese.

Le Province – ha sottolineato Pompeo – sono state svuotate nel corso degli anni, a partire dal D.L. 95/2012 fino ad arrivare alla 190 del 2014: tutto questo ha creato confusione, disservizi, taglio di risorse per i servizi, proliferare di tornate elettorali con un Consiglio provinciale che dura in carica due anni e un presidente lasciato in perfetta solitudine a gestire la vita di un ente che amministra, senza una Giunta e solo con i suoi decreti. Senza contare che il territorio non è più rappresentato”.

Il Presidente ha poi chiuso il suo intervento con un appello rivolto “a coloro che ci rappresentano in Parlamento: un assetto istituzionale del nostro Paese in cui le Regioni tornino a fare le Regioni, così come le Province e i Comuni tornino ai ruoli definiti nel rispetto del dettato costituzionale. Le prime non possono assolutamente sostituirsi alle seconde”.

 



Redattore: Ufficio Stampa Provincia Frosinone
Torna all'inizio dei contenuti