Indirizzo: Piazza Cardelli, 4 00186 - Roma     Telefono: 066840341     Fax: 066873720     Email: upi@messaggipec.it    

La Provincia di Ferrara stanzia 900 mila euro per le scuole superiori

News, Scuola Edilizia Formazione Lavoro    23/05/2019

Con il primo assestamento di bilancio votato dal Consiglio, la Provincia finanzia investimenti nelle scuole secondarie superiori per 900mila euro, le cui esecuzioni, si dovranno compiere nell’arco del 2019 e tutte concordate con i rispettivi dirigenti scolastici, per non ostacolare il normale svolgimento delle attività didattiche.

Oltre a questi, non vanno dimenticati anche gli interventi che saranno eseguiti nelle palestre, fra cui si contano 70mila euro solo per gli impianti di illuminazione.

Lavori che vanno dai servizi igienici, agli infissi, agli impianti d’illuminazione, pavimenti e impianti idraulici.

Un ultimo lavoro sarà eseguito all’edificio Ginevra-Canonici, in uso al liceo Carducci, con l’istallazione di due corrimano per consentire l’accesso dall’entrata principale anche per persone con difficoltà motorie. Un aiuto che è frutto dell’ascolto delle necessità espresse da alcuni genitori dell’istituto, per la cui realizzazione i tecnici della Provincia sono in attesa dei preventivi richiesti, dopo aver terminato il progetto e incassato nel frattempo l’ok della Soprintendenza.

Altri 300mila euro dell’assestamento di bilancio sono poi destinati a manutenzioni del patrimonio immobiliare di proprietà della Provincia (ad esempio, lavori alla caserma carabinieri di Argenta e i magazzini dei distretti di Portomaggiore e Codigoro e nella sede dei lavori pubblici dell’amministrazione in Corso Isonzo).

“Dopo lo stanziamento di tre milioni per le strade – commenta la presidente della Provincia, Barbara Paron – provvediamo ora a finanziare con le risorse a disposizione tutti i lavori che riusciamo per la sicurezza delle scuole, nelle quali durante l’anno scolastico entrano ogni giorno oltre 14mila studenti, senza contare docenti e personale ata”.

 



Redattore: Barbara Perluigi
Torna all'inizio dei contenuti