Indirizzo: Piazza Cardelli, 4 00186 - Roma     Telefono: 066840341     Fax: 066873720     Email: upi@messaggipec.it    

“Le Province chiedono un accordo sulla manovra 2007”

"Le Province chiedono un accordo sulla manovra 2007"

News    26/09/2006

COMUNICATO STAMPA

Finanziaria, Upi: il Governo non attua una reale concertazione

“Le Province chiedono un accordo sulla manovra 2007”

 

“A quattro giorni dall’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri della manovra finanziaria 2007, non abbiamo ancora ricevuto alcuna notizia dal Governo su quale sarà l’ammontare richiesto e quali i sacrifici che dovranno sostenere le Province e Comuni: se questo è il modello di concertazione che il Governo intende attuare, allora siamo lontani dai principi di cooperazione istituzionale che ci sembrava ispirassero l’azione dell’esecutivo”. E’ la dichiarazione emersa in un documento, a conclusione della riunione dell’Ufficio di Presidenza dell’Upi, che si è incontrato oggi a Brescia per discutere della manovra finanziaria 2007.

“Il Governo – prosegue la nota dell’Upi – da una parte chiude un accordo con le Regioni sulla sanità, dall’altra impedisce a Province e Comuni di partecipare ad una seria e concreta discussione sulla prossima legge di Bilancio, aprendo tavoli puramente tecnici, senza concordare a livello politico i reali effetti della finanziaria sui bilanci delle amministrazioni. Il legittimo sospetto è che dopo avere concluso accordi con le Regioni e con le parti sociali, resti solo a Comuni e Province l’onere di fare quadrare i conti dello Stato, con una manovra che rischia di essere insostenibile.

A questo punto le Province chiedono un incontro urgente per definire un accordo preventivo sull’entità della manovra, ristabilendo davvero una leale concertazione tra istituzioni: sarebbe grave se dovessimo, anche quest’anno, apprendere i numeri della finanziaria da stampa e televisione”.

 

Brescia, 26 settembre 2006



Redattore: Redazione Upi
Torna all'inizio dei contenuti