Indirizzo: Piazza Cardelli, 4 00186 - Roma     Telefono: 066840341     Fax: 066873720     Email: upi@messaggipec.it    

MANOVRA ECONOMICA 2010

Il parere espresso dall'Unione delle Province d'Italia in Conferenza Unificata

Finanza e Fiscalità Locale    22/07/2010

L’Unione delle Province d’Italia sottolinea, ancora una volta, la volontà di contribuire e concorrere al processo di risanamento della finanza pubblica, fornendo il proprio contributo rispetto agli obiettivi individuati dalle diverse normative in materia finanziaria. In questo senso concorda sulla necessità e sulla portata complessiva della manovra oggetto di parere, anche in considerazione della delicata situazione economica-finanziaria dell’Unione Europea, nonché del difficile contesto dell’economia del nostro Paese.

L’Unione delle Province d’Italia vuole altresì ribadire il parere contrario che l’Associazione, attraverso i propri organi, ha già reso pubblico, mediante un ordine del giorno approvato dal Consiglio Direttivo UPI a Treviso il 18 giugno scorso, nonché un ordine del giorno approvato dall’Ufficio di Presidenza il 27 maggio.

Allo stesso tempo l’UPI, apprezzando l’impegno che il Governo ha preso con Comuni e Province sottoscrivendo l’accordo del 9 luglio scorso, sottolinea l’importanza di dare seguito al percorso di concertazione individuato.

“Il Ministro della Semplificazione, Roberto Calderoli – ha detto il Vice Presidente dell’Upi Dario Galli, Presidente della Provincia di Varese – ci ha confermato che entro settembre sarà pronto il decreto sull’autonomia tributaria delle Province, in attuazione della Legge sul federalismo fiscale. Abbiamo inoltre ribadito al Governo la necessità di rivedere, in autunno, la possibilità di portare dallo 0,78% al 4% l’utilizzo dei residui passivi delle Province, per potere investire sui territori e rispondere alle imprese, che aspettano pagamenti per cantieri già aperti”.

 IN ALLEGATO, IL TESTO DEL PARERE CONSEGNATO IN CONFERENZA UNIFICATA

Documenti allegati:



Redattore: Redazione Upi
Torna all'inizio dei contenuti