Indirizzo: Piazza Cardelli, 4 00186 - Roma     Telefono: 066840341     Fax: 066873720     Email: upi@messaggipec.it    

Provincia di Bergamo: Finanziato il progetto turistico territoriale “Di Famiglia in Famiglia”

News    9/11/2021

Partirà agli inizi del 2022 la prima fase operativa di “Di famiglia in Famiglia”, il progetto territoriale promosso dalla Provincia di Bergamo – Servizio Turismo in vista di Bergamo Brescia Capitale della Cultura 2023, finanziato da Regione Lombardia mediante il bando “Viaggio InLombardia III” con un contributo di circa 100.000 euro che si aggiungono ai circa 81.000 euro stanziati come cofinanziamento dalla Provincia (euro 18.500) e dai 22 Comuni aderenti (2.850 cadauno).

Di Famiglia In Famiglia nasce dalla volontà della Provincia di Bergamo, capofila del progetto, e di 22 Comuni del territorio (Bergamo, Almenno S. Bartolomeo, Almenno S. Salvatore, Alzano Lombardo, Brignano Gera d’Adda, Calcio, Capriate S. Gervasio, Caravaggio, Cavernago, Costa di Mezzate, Covo, Lovere, Martinengo, Misano Gera d’Adda, Pagazzano, Romano di Lombardia, Rovetta, Scanzorosciate, Seriate, Trescore Balneario, Treviglio e Urgnano) di dar vita a una serie di itinerari esperienziali inediti che possa essere volano per un rilancio turistico. Il progetto rientrerà nella macro sezione “Patrimoni Nascosti” di BSBG2023 e sarà parte del brand “Sentieri di Bellezza bergamaschi”.

Il progetto prevede la declinazione di percorsi tematici esperienziali, legati a borghi, castelli e fortificazioni, palazzi e dimore storiche le cui vicende siano collegate a quelle delle famiglie e signorie bergamasche dal XIII al XIX secolo: un periodo ampio che permette di ripercorrere la storia di un territorio, altrettanto esteso e diversificato, attraverso gli intrecci di casati che lo hanno caratterizzato, rendendo unico e straordinariamente ricco il patrimonio architettonico e artistico del Capoluogo e della provincia di Bergamo. L’obiettivo è quello di sviluppare una rete territoriale strutturata di itinerari turistici, storico, culturali e enogastronomici presso castelli, ville, palazzi e borghi bergamaschi, attraverso strumenti digitali e iniziative culturali che raccontino la storia delle famiglie e signorie bergamasche. Il progetto vuole essere il primo di una serie di azioni di rete che potranno essere riproposte nel contesto di Bergamo – Brescia Capitale della Cultura e fino al 2026 anno delle Olimpiadi invernali Milano Cortina 2026.

Già nell’anno 2020 la Provincia aveva coordinato, in partenariato con diversi comuni, il progetto “Know and taste”- Viaggi esperienziali nelle terre di confine della Bergamasca”, che si era concentrato sulla storia dei castelli e palazzi della Pianura bergamasca. Il nuovo progetto si pone ora l’ambizioso traguardo di estendere la collaborazione tra i Comuni e di sviluppare per il 2023 una rete solida che possa offrire in modo strutturato un sistema coordinato di eventi e servizi per promuovere il turismo locale e internazionale.

Il consigliere delegato a Politiche per la pianura, Rapporti con l’università e Turismo Claudio Bolandrini, sindaco di Caravaggio, si complimenta con tutti i sindaci, assessori e funzionari per il successo della candidatura e li ringrazia per la preziosa collaborazione manifestata: “Provincia e Comuni hanno compiuto un altro passo importante per la realizzazione di una rete che valorizzi il patrimonio storico e artistico di Bergamo e promuova efficacemente il turismo di prossimità. Il progetto finanziato da Regione Lombardia prevede la realizzazione di un ricco calendario di eventi culturali a tema storico ospitati nei più suggestivi luoghi di città e Provincia. Si avvarrà anche di un’adeguata campagna di marketing per attrarre turisti, valorizzando il ruolo di tutte le associazioni di promozione turistica del nostro territorio, in collaborazione con Visit Bergamo. Si tratta di un progetto anche innovativo dal punto di vista tecnologico perché verrà sviluppata una web app per la fruizione da parte dei turisti di contenuti multimediali in realtà aumentata nei siti storico culturali dei comuni aderenti”.



Redattore: Ufficio stampa Provincia Bergamo
Torna all'inizio dei contenuti