Indirizzo: Piazza Cardelli, 4 00186 - Roma     Telefono: 066840341     Fax: 066873720     Email: upi@messaggipec.it    

Provincia di Ferrara: Consiglio provinciale approva variazione di bilancio per oltre 3 milioni

Bilanci e Finanza, News    24/07/2020

A 3.039.380 euro ammontano finora le conseguenze della pandemia da Covid-19 sui conti della Provincia, tra minori entrate e maggiori costi.

Una cifra che ha richiesto un assestamento al bilancio 2020, approvato dal Consiglio provinciale all’unanimità con la sola astensione di Michele Sartini (lista Terre Estensi).

In dettaglio, la manovra per riportare in equilibrio i conti dell’amministrazione cha ha sede in Castello Estense ha compreso: 938.701 euro di maggiori entrate dallo Stato, 404.233 di quota libera di avanzo di amministrazione 2019 utilizzata, 109.557 di riduzione dell’accantonamento sul fondo crediti di dubbia esigibilità (per effetto di una stima prudentemente in calo delle entrate da codice della strada), 223.398 di minori spese del personale (in buona parte pensionamenti), 1.241.715 di risparmi in seguito alla rinegoziazione mutui con la Cassa depositi e prestiti e 121.776 euro fra maggiori entrate e minori spese in corso d’anno.

Quindi, in attesa dell’effettiva assegnazione delle risorse previste dallo Stato nel Decreto legge Rilancio (di cui gli oltre 938mila sono un’anticipazione pari al 30%), l’amministrazione provinciale ha provveduto, in un’ottica di estrema prudenza, a compensare gli effetti finanziari dell’emergenza con proprie risorse per oltre 2 milioni di euro.

I mancati introiti sul bilancio 2020 si sono verificati in seguito alle misure di contenimento adottate dal Governo per fronteggiare la diffusione del virus che, oltre a ridurre la circolazione di persone e mezzi, hanno determinato un blocco del mercato dell’auto, da cui dipendono in gran parte le entrate della Provincia: Rca Auto, imposta provinciale di trascrizione dei veicoli (Ipt) e violazioni del Codice della strada.

Un ulteriore dato contabile di una certa rilevanza, sono i 3,3 milioni al secondo trimestre 2020 (relativi al periodo aprile-giugno) di pagamenti a fornitori, avvenuti con una media di 19 giorni in anticipo rispetto alla scadenza naturale delle fatture.

“Un segno di attenzione – commenta la presidente della Provincia Barbara Paron – che, secondo le nostre possibilità, abbiamo voluto dare al mondo al mondo economico per iniettare liquidità il più possibile in tempi rapidi alle imprese, in un momento estremamente delicato per imprenditori, lavoratori e famiglie”.

La seduta si è conclusa con la comunicazione della presidente ai consiglieri sugli incontri che si stanno susseguendo in Castello con dirigenti scolastici, sindaci, ufficio scolastico provinciale e agenzia per la mobilità, in vista dell’apertura del prossimo anno scolastico. In particolare, Barbara Paron ha annunciato il prossimo invio a presidi e primi cittadini dello schema sintetico relativo ai lavori della Provincia per la messa in sicurezza delle scuole di secondo grado.



Redattore: Ufficio stampa Provincia Ferrara
Torna all'inizio dei contenuti