Indirizzo: Piazza Cardelli, 4 00186 - Roma     Telefono: 066840341     Fax: 066873720     Email: upi@messaggipec.it    

Ria, maxiemendamento inutile e peggiore del decreto

Ria, maxiemendamento inutile e peggiore del decreto

News    22/07/2004

                                         COMUNICATO STAMPA
                        Ria, maxiemendamento inutile e peggiore del decreto


“L’emendamento proposto dal Governo nel porre la fiducia sul provvedimento è più pasticciato del provvedimento iniziale, perché pone il vincolo ulteriore di rispettare il patto di stabilità a metà anno, cambiando le regole in corso d’opera”. Lo ha affermato Lorenzo Ria, Presidente dell’Unione delle Province d’Italia, all’Assemblea dei Presidenti di Provincia che si è svolta oggi a Roma.
“A quest’atto arrogante risponderemo riaffermando in tutte le forme la nostra autonomia garantita dalla Costituzione: le Province impegneranno tutte le risorse di bilancio prima dell’approvazione della legge di conversione del decreto.”
Nell’Assemblea i Presidenti hanno poi riaffermato la volontà e l’opportunità di abbandonare i tavoli di raccordo istituzionale per costruire un’iniziativa unitaria con tutto il sistema delle Autonomie  e riservandosi di valutare, comunque, ogni eventuale apertura da parte dell’Esecutivo.
“La manovra correttiva sui conti pubblici predisposta dal Governo con il Decreto legge 168/04 rischia di fatto,- afferma ancora Ria- di cancellare anche formalmente l’idea che Province e Comuni siano enti autonomi come previsto dalla Costituzione. Attraverso nuove forme di controllo sulle attività si riafferma una logica antiautonomista che vede le Autonomie locali come soggetti strumentali subordinati gerarchicamente allo Stato”.

Roma, 22 luglio ‘04



Redattore: Redazione Upi
Torna all'inizio dei contenuti